fbpx skip to Main Content
GIORNALE DI SICILIA 1996

GIORNALE DI SICILIA 1996

Nei primi giorni dell’anno 1996, girava per Palermo una roulotte del Giornale di Sicilia con dentro dei giornalisti che raccoglievano varie notizie, storie nei vari quartieri di Palermo. Arrivati nella zona in cui risiedeva Francesco La Russa oggi Franco Cuoio per i motociclisti, trovarono purtroppo soltanto storie malavitose. I giornalisti chiesero allora al consiglio di quartiere se sapevano di una qualche storia positiva di cui poter parlare per mettere una luce positiva sul quartiere. Uno di loro rispose che vi era un ragazzo che era riuscito a fare strada. La Giornalista Delia Parrinello, incuriosita, cercò questo ragazzo che nel frattempo si era aperto una piccola bottega Artigiana nella parte centrale di Palermo. L’incontro avvenne dentro al piccolo laboratorio. Delia, con un piccolo blocchetto tra le mani, gli fece subito un paio di domande, ma  appena sentì l’inizio della storia, si soffermò, aprì la sua borsa e tirò fuori un blocco molto più grande e poi disse: Scusa possiamo metterci in un posto dove poter parlare con tranquillità? Continuò ad ascoltarlo per più di un’ora dopo di che lo salutò. Passo circa un mese quando camminando per la via dove aveva nel frattempo aperto un altro piccolo laboratorio separandolo dalla vendita, che incominciò a vedere i clienti che gli facevano i complimenti per l’intervista sul Giornale. Preso dalla curiosità copro subito una copia del giornale di Sicilia guardando con stupore che la sua storia era stata pubblicata sul giornale più importante della sua città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − tredici =

Back To Top
Close search
Cerca
WhatsApp chat

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Clicca qui per leggere l'informativa estesa.

Chiudi